content(o)design

NUOVI ASSEMBLAGGI POSSIBILI: la poesia nell'epoca dei nuovi media

HOME
Ma che poesia è?
un testo capace di mutamento.
categorie per l'analisi
Scrivere il testo mutevole
La scatola
Scatola con poesia "Capace di cambiare"
I Distributori automatici di poesia
DAP1
DAP2
DAP3
Storia dell'animazione del testo:
Introduzione alla tipografia dinamica
Le prime esperienze e gli anni 30.
Gli anni 50 e 60
Gli anni 70 e 80
Intervista con
Eduardo Kac
L.P.Gyori
Bill Seaman
Web Mag
born magazine
poems that go
panoplie
rassegna stampa
portfolio
contatti 


Vi siete presi i Gormiti, i luminosotti, gli Occhiolotti, i winnie pu col cappottino da foca, i winnie pu col cappottino da rinoceronte, i Simpatini, gli orsetti brillantosi, gli occhiolotti horror, i bubble dino, i mini cuccioli... ORA BECCATEVI LE POESIE!!!

Il DAP1.4 numero zero al Grande Fresco

Il primo Distributore Automatico di Poesia ritorna a grande richiesta con i testi di

Alessandra Racca, la Signora dei Calzini
Arsenio Bravuomo
Guido Catalano
Daniela Calisi

Il DAP1.4 numero zero a LOV, Vanchiglia Open Lab, la notte-a-studi-aperti.

Sabato 5 giugno 2010 presso il fattore k, via balbo 10, Torino

Il DAP1.4 numero zero a per la prima edizione di "STREET FOOD&FLOWERS PARADE" .

Domenica 6 giugno 2010 presso il Pastis nel Quadrilatero Romano, Torino

Il DAP1.4 numero zero al Grande Fresco

sabato 8 maggio alla 25 ore del Grande Fresco al Circolo Arci Artintown, via Berthollet 25 Torino

dap 1.4a il grande fresco

D.A.P 1 - Primo Distributore Automatico di Poesia

Un distributore automatico di palline trasparenti, normalmente contenenti piccoli gadget venne utilizzato per proporre invece testi poetici inediti.

Il distributore nasce dall'esigenza di proporre la poesia come bene di consumo di massa, l'esperienza, cominciata nel 1996, si è protratta fino al 2001.

Il Distributore fu esposto per la prima volta nel 1994 presso la sede dell'Università di Torino in Via Sant'Ottavio, in occasione della mostra "Emilia Bicchieri Virginia", nome collettivo sotto il quale si identificavano una decina di giovani artisti torinesi.

Successivamente il distributore fu utilizzato nel 1996 durante il Salone del libro per proporre testi degli autori selezionati dall'Osservatorio Letterario Giovanile del Comune di Torino: durante i quattro giorni di apertura del Salone, dalle macchinette distributrici furono prelevati circa settemila testi confermando cosi la tesi iniziale.

Sempre nel 1996 il Dap 1 e' stato esposto a Genova durante la manifestazione "Il porto dei libri".

Fino al 2001 i distributori sono stati presenti in maniera permanente nella Via Garibaldi a Torino.

Negli anni successivi l'opera si è effettivamente trasformata in un mezzo di pubblicazione alternativa ed è stata presa in gestione dall'editore Studio Dedalo di Torino che ha ripetuto l'esperienza in varie città italiane.

Nel 2004 è stato esposto in Svezia in occasione della mostra "Nuova figurazione" presso il Mäster Olofsgården di Stoccolma.

 

 

dap1